Il fegato è l’organo viscerale più voluminoso ed è uno degli organi più attivi di tutto l’organismo.

Il fegato svolge numerose funzioni importanti nel corpo e ricopre un ruolo metabolico di primo piano, fondamentale per il corretto funzionamento dell’intero organismo come:

Sintesi e secrezione di bile, metabolismo dei grassi

Metabolismo dei zuccheri e proteine

Accumulo di vitamine e minerali, come il ferro, rame e vitamine A, D, K ed E.

Metabolismo del colesterolo

Disintossicazione dell’organismo da tossine, scorie ed altri elementi nocivi.

Regolazione enzimatica e ormonale

L’Ayurveda riconosceva l’importanza del fegato per la salute umana già da migliaia di anni. Il fegato è considerato la sede di Ranjaka Pitta in Ayurveda. Questo subdosha è responsabile della produzione degli ormoni pancreatici e brucia le tossine che si sono accumulate nel sangue.

Il fegato è responsabile di trasformare Rasa Dhatu (plasma) in Rakta Dhatu (sangue). Scannerizza e identifica le tossine nel Rasa Dhatu e le rimuove, in modo che non entrino nella circolazione sanguigna. Quindi la disintossicazione del fegato è essenziale per una buona pulizia del sangue.

Ranjaka Pitta può essere strettamente correlato alla salute mestruale, endocrina e della pelle. Oltre a controllare la secrezione della bile e altri enzimi digestivi e ormoni, Ranjaka Pitta influenza direttamente la trasformazione biochimica attraverso il corpo dei relativi enzimi e ormoni. Anche l’aspetto ormonale del ciclo mestruale femminile è influenzato da Ranjaka Pitta. Lo squilibrio di Ranjaka Pitta, può causare anemia, itterizia, infiammazioni cutanee, rabbia e diversi disordini del sangue.

COSA COMPROMETTE LA SALUTE DEL FEGATO?

Anche se il fegato offre un grande supporto alla salute umana grazie alla sua attività metabolica e disintossicante, la sua salute può essere intaccata da vari fattori come:

Una dieta ricca di grassi

Cibo con pesticidi, colori artificiali etc.

Assunzione di alcool

Metalli pesanti

Utilizzo di antidolorifici, antibiotici, steroidi e altre droghe

Disturbi autoimmuni come la psoriasi

Squilibrio di Pitta, disturbi della pelle basati su Pitta

CONSIGLI ALIMENTARI

Evitare tossine nella dieta: cibi in scatola contengono conservanti e sostanze chimiche, che possono compromettere la salute del fegato.

Evitare sostanze dannose per il fegato: Il fumo e l’alcool risultano dannosi per la salute del fegato. L’alcool è dannoso per la costituzione Pitta anche in quantità moderate. Bere quotidianamente una quantità abbondate di acqua per lavare via le tossine.

Mantenere Pitta in uno stato bilanciato: Siccome il fegato è la sede di Pitta, il miglior modo di mantenere la salute del fegato è tenere Pitta in uno stato bilanciato. Seguire una dieta Pitta pacificante, che privilegi i sapori dolce, amaro e astringente. Preferire un succo di frutta alla mela o pera a colazione.

L’aceto, peperoncini e cibi fritti aggravano Pitta e possono risultare dannosi per la salute del fegato. La dieta dovrebbe essere costituita da meno grassi e più fibre. Evitare cibi fritti, del fast-food, congelati e carne in scatola.

CONSIGLI SULLO STILE DI VITA

Abituarsi a dormire prima delle 22.00 perchè mezzanotte è la fase di Pitta.

Il dosha Pitta in eccesso causa stati d’animo che portano alla competizione e al conflitto, interiore e con l’ambiente circostante. La persona con un eccesso del dosha Pitta prova sentimenti frequenti di rabbia, di eccessiva autocritica e di giudizio degli altri.

Tratto da www.ayurvedaitalia.it